La seconda di… campionato

Dopo l’ennesimo accesissimo avvio del campionato di calcio più seguito, amato e bello del mondo, venerdì con gli anticipi, sabato con l’incontro al vertice fra Juventus e Napoli, spettacolare e molto interessante conclusosi con sette centri, domenica si è conclusa la seconda giornata. Dopo la sosta, come sempre saremo – con discrezione – molto vigili… andremo negli stadi e nei campi per assistere e visionare di persona l’operato degli arbitri di qualsiasi categoria.

Fra un rigore (non) concesso ed affermazioni che se fossero state sottaciute sicuramente avrebbero reso onore alla fonte ed alla categoria, la perfezione o quasi non è di questo mondo!…averla asserita con tale sufficienza non ha reso merito agli arbitri per definizione e ruolo non possono essere perfetti proprio perché Umani quindi esseri limitati… seppur bravi, con personalità eh…talvolta persino balbettanti.

Prendiamo le distanze da un clima riottoso, accusatorio… ostile e rovente… Gli errori plateali hanno una causa a monte.

Ci piacerebbe venissero indagate e processate tali cause, da chi ha il potere e ruolo istituzionale per farlo ai massimi livelli e dall’interno delle rispettive sigle di riferimento ed appartenenza affinchè chi sbaglia…paghi con molta serenità come giusto sia senza proclami vessatori o belligeranti…

La repentinità della decisione e del rischio che un arbitro deve prendersi…è parte integrante del suo modus operandi che può indurre all’errore.

Gradirem(m)o un clima più sereno a beneficio di tutti… soprattutto degli attori senza i quali non ci sarebbe né il calcio, né i balbettii e men che meno gli e(o)rrori commessi sia dai calciatori sia dagli arbitri è opportuno qualcuno se lo ricordi!

Il direttore Fabio Bray
direttore@kintsugi.associates

 

Direttore Kintsugi

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *