Spirito Dionisiaco o Apollineo?… ovvero la nascita della tragedia

Come ogni fine raduno lo spirito dionisiaco è sempre molto gradito. Ricordo i miei raduni nell’austera federazione Svizzera diversi lustri fa, erano mal tollerati eravamo considerati l’allegra banda… bassotti (anche se poi non eravamo né banda men che meno… bassotti).

Quindi nessun scandalo a guardare le foto di fine raduno a Sportilia della CAN D ragazzi che si divertono festosi con gonnelline hawaiane e ghirlandate con colori sgargianti… gial(l)o – ros(s)i (??) hanno tutto il diritto di scaricare fatiche e tensioni…

Tuttavia, dubbi e titubanze rimangono, dopo i macroscopici strafalcioni fatti a Marsala e a Ponte a Egola (presente il designatore Can D Sig. M. Trefoloni)… come già argomentato nell’elzeviro precedente nei confronti di chi tale festa l’autorizza e poi la disconosce, chi tira il sasso e poi nasconde la mano!

Le cause vanno ricercate a monte da chi preposto ed ha il potere ed autorità di farlo oltre che il dovere.

Nel caso specifico gli o(e)rrori veramente grossolani sono stati commessi dal sig. C. Campobasso di Formia e Federico Cosseddu di Nuoro. Non inesperti arbitri alle prime esperienze.

Il sig. Campobasso è al quarto anno in Can D (quindi in deroga) il sig. Cosseddu è al secondo anno, la presenza del designatore Can D sig. M. Trefoloni lascia aperta ogni interpretazione e supposizione sia positiva (si voleva promuoverlo) sia negativa… (si voleva definitivamente fermarlo)?

A Marsala la rete che ha deciso l’incontro è giunta al termine di un’azione con due palloni in campo il secondo lanciato da un raccattapalle mentre il calciatore si appropinquava a calciare il suo in rete… Il difensore del Marsala ha mandato fuori campo il secondo pallone. L’arbitro invece di annullare il goal e riprendere con una rimessa l’ha convalidato (Sic)!

Invece a Ponte a Egola in Toscana l’episodio incriminato si commenta da solo. Calcio di rigore per il Pomezia. L’estremo difensore del Tuttocuoio, respinge il pallone, il calciatore che aveva calciato il rigore riprende il pallone e segna.

Tutto regolare? Sembrerebbe…

L’arbitro Cosseddu, di primo acchito convalida successivamente richiamato dall’assistente ritratta la decisione presa ed assegna una rimessa dal fondo, quindi, pallone al portiere… (Sic)!

A fine gara fonti attendibili attestano il volto scuro… molto scuro (eufemismo) del sig. M. Trefoloni ancora designatore Can D. Auguri.

Il direttore Fabio Bray
direttore@kintsugi.associates

 

Redazione Kintsugi

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *